VIAGGIARE LEGGERI

#viaggiareleggeri

“Le cose che possiedi, alla fine ti possiedono.”
Viaggiare leggeri significa togliere il superfluo: convinzioni limitanti, cose inutili, relazioni depotenzianti… tutto ciò che occupa volume, ma ci toglie l’energia vitale indispensabile per vivere il presente al 100%.
Viaggiare leggeri significa fare spazio: far esperienze nuove, conoscere ambienti diversi da quelli che frequentiamo, cambiare le nostre abitudini, stupirci quotidianamente della pienezza della vita e soprattutto uscire dalla nostra zona di comfort.

Al Beautiful Day 2016, è stato trattato l’argomento su come “Viaggiare Leggeri”: allegerirci di ciò che non ci serve, e grazie agli ospiti, alle testimonianze e alle sessioni di Coaching, è stato molto più chiaro come alleggerire quello zaino… togliendo il superfluo.

SPEAKER

LIVIO SGARBI

Master Trainer e Personal Coach

Il padrone di casa.
Socio Fondatore e Presidente di Ekis, Master Trainer e Personal Coach.

Imprenditore e pioniere italiano del Mental Coaching. Tra i massimi esperti in Italia in materia di Coaching e Sviluppo delle risorse umane.
Personal coach e trainer motivazionale di sportivi e manager di fama internazionale. Autore di libri di grande successo: “Istruzioni per vincere”, “Dai colore alla tua vita” e “Manuale per la gestione dei giovani calciatori”.

La sua più grande passione è essere un “Agente del cambiamento” sempre al fianco di chiunque desideri migliorare la qualità della propria vita

LIVIO SGARBI

Master Trainer e Personal Coach

ANDREA GRASSI

Master Trainer e Personal Coach

Il Master Trainer con la passione del Business.
Socio Storico di Ekis, Master Trainer e Personal Coach.
Tra i più apprezzati Trainer in Italia di strategie di vendita e performance di Business, lavora con grandi multinazionali, piccole e medie imprese al fine di implementare processi commerciali e gestionali di nuova generazione in grado di aumentare profitti e ricavi. Autore dei libri “Il dente del giudizio” e “Vendita 3.0”.
Il suo più grande talento è dare concretezza ai sogni, creando progetti profittevoli e longevi.
ANDREA GRASSI

Master Trainer e Personal Coach

ALESSANDRO MORA

Master Trainer e Personal Coach

Tra i massimi esperti mondiali di Programmazione Neuro Linguistica.
Socio di Ekis, Master Trainer e Personal Coach.
Coordinatore del team internazionale che supporta la “NLP Society” fondata da Richard Bandler e John La Valle nel lavoro di promozione e insegnamento delle più efficaci strategie di comunicazione per il cambiamento.
Co-autore dei libri “Coach John” con Anders Piper e “Diario del Benessere” insieme al Dott. Fabrizio Duranti.
Affianca e allena le persone a trasformare il 100% del proprio potenziale in risultati concreti e desiderati.
ALESSANDRO MORA

Master Trainer e Personal Coach

ROBERTO PESCE

Master Trainer e Personal Coach

ROBERTO PESCE

Master Trainer e Personal Coach

ROBERTA LIGUORI

Master Trainer e Personal Coach

ROBERTA LIGUORI

Master Trainer e Personal Coach

GIOVANNI SPOSITO

Master Trainer e Personal Coach

GIOVANNI SPOSITO

Master Trainer e Personal Coach

MELANY LIBRARO

Responsabile Customer Experience Transformation in Poste Italiane

Dopo 5 anni alla guida di Schibsted Italia, Melany Libraro approda in Poste Italiane con l’incarico di responsabile customer experience transformation.
Laureata in Italia ma con un potente percorso professionale che parte dalla Silicon Valley e passa dai big del web e delle tlc, Melany Libraro è arrivata a capo di Subito.it (controllata Schibsted) nel 2014 al posto di Daniele Contini.
Libraro, conclusi gli studi universitari in Italia, si trasferisce a Londra dove nel novembre 1999 viene assunta in Cisco. Nel colosso Ict con il ruolo di corporate communications manager Emea resta due anni e 10 mesi (“intensissimi perché eravamo in piena ‘bolla’ Internet”, ricorda Libraro) finché non decide di licenziarsi per trasferirsi in California e conseguire il master in business administration in managing innovation and technology alla Santa Clara University. Un anno prima di diplomarsi, nel maggio 2003, entra in contatto con Google, che la arruola nell’area marketing internazionale per occuparsi della diffusione dei suoi prodotti nei diversi Paesi e delle attività di comarketing non americane. A Mountain View resta fino al settembre 2004, poi passa in Orange come responsabile international product e programme manager. Nove mesi dopo, a luglio 2005, entra in Skype come head of international marketing and regional business development e ne esce nell’agosto 2008 come head of product marketing and campaigns.

Verso la fine della sua esperienza in Skype Melany Libraro segue la startup OpenX dedicata all’advertising su web e mobile. Nell’estate 2009 diventa head of mobile access di Vodafone Italia dove risponde a Vittorio Veltroni (allora direttore di Vodafone Internet services). In Vodafone nel 2011 diventa poi head of branded content & apps e un anno dopo head of mobile data service & Vas. Lascia la telco il 15 settembre 2014 per guidare Subito.it, ultima occupazione prima dell’attuale passaggio in Poste Italiane.

MELANY LIBRARO

Responsabile Customer Experience Transformation in Poste Italiane

richard-romagnoli-ospite-bday-ekis-2016

RICHARD ROMAGNOLI

Speaker Internazionale e autore best seller

Speaker di eventi motivazionali internazionali e autore di best seller.
Richard Romagnoli è nato in Italia sotto al segno dello scorpione l’8 Novembre del 1974. Ha vissuto per alcuni anni assieme alla sua famiglia a Puttaparthi, nel sud dell’India, per completare la sua conoscenza spirituale applicata al campo motivazionale.
La sua storia è raccontata nel libro “Ho imparato a ridere” diventato in pochi mesi dalla sua uscita un best-seller tradotto in diverse lingue. Il suo secondo libro “Workshock – La felicità è una scelta” (Eifis editore) dove spiega i segreti che hanno reso famoso il suo seminario dall’omonimo titolo che registra il sold out da oramai 6 anni in tutte le sue repliche. Della collana “Rilassati, Respira, Ridi” hanno riscosso grande successo i due libri con cd “L’Albero della Vita” e “So Ham” dove Richard conduce in profondità introspettiva attraverso due meditazioni esclusive.
Ultima uscita dell’autore a quattro mani con lo scienziato Piermario Biava “Happygenetica – dall’epigenetica all’Happygenetica” (Eifis editore) un libro che sta accendendo l’attenzione del mondo della medicina per i nuovi paradigmi medici di cui gli autori parlano grazie alle loro ricerche.
Scrive regolarmente per L’Huffington Post ed è contributor per diversi magazine.
Ideatore della Pratica emozionale C.A.T.C.H. che permette in brevissimo tempo di accedere alle proprie risorse energetiche e di focalizzare i propri pensieri per potenziarne l’azione conseguente. Sono oramai centinaia i Catcher in tutto il mondo abilitati alla pratica del Catch.
Richard è stato insignito del titolo di Laughter World Ambassador direttamente dalla Laughter Foundation India per la diffusione della Risata yogica nel mondo. Recentemente grazie al suo costante impegno per combattere la fame nel mondo è stato insignito del titolo Word Food Security Ambassador dalla Onlus internazionale Rise against Hunger
La missione di Richard è quella di apportare benefici positivi nella vita delle persone, comunicando le virtù terapeutiche, scientifiche e spirituali che si sprigionano per mezzo della risata e del potere creativo e curativo della mente subconscia.
RICHARD ROMAGNOLI

Speaker e Autore

ANTIMO MAGNOTTA

Musicista e Compositore

Antimo Magnotta is an Italian pianist and composer based in London since 2013. He started his professional career in 1992, right after his graduation from the Conservatory of Music in Avellino, Italy.
Antimo was resident pianist aboard the cruise ship, the Costa Concordia, when it tragically sank in 2012, claiming 32 lives. Miraculously surviving the shipwreck, which took the lives of some of his fellow musicians, he lost his possessions, career and suffered from post traumatic stress disorder. Antimo moved to the UK to re-build his life, taking a waiter’s job as he couldn't play the piano right after the accident. A remarkable chain of events led to him becoming pianist-in-residence at the Victoria & Albert Museum’s Café, where he finally found time to document musically the extraordinary events of the past few years. Antimo’s courage, artistry and inspirational story-telling are all evident in his album Inner Landscape.

Inner Landscape is his tribute to those lost aboard the Costa Concordia, projecting both his thoughts and conveying the scene he saw around him, it is a profoundly moving work, through which he has found solace, and which he hopes will inspire others to use the therapeutic effects of creating art to overcome periods of heartache and grief.
Antimo now embarks on a new journey, eager to play his music and tell his stories to new audiences. Having already documented his story for Italian audiences in his book, “Sette squilli brevi e uno lungo” (“Seven short blasts and one long”), Antimo encourages lovers of all kinds of music to listen to his story and find new hope and inspiration in the world around us.
A remarkable story from a remarkable musician, Antimo Magnotta serves as a reminder of the restorative powers of music and the resilience of the human spirit.

ANTIMO MAGNOTTI

Musicista e Compositore

JAVIER GOMEZ

Triatleta

Nato da emigranti spagnoli a Basilea subito dopo la famiglia torna e si stabilisce in Spagna, precisamente a Ferrol in Galizia.

Atleta dotato in varie discipline si mette in mostra, giovanissimo, nel nuoto dove arriva a partecipare alle finali nazionali in diverse categorie. Il passaggio al triathlon avviene nel 1998. Nel 2002 partecipa a Madrid alla sua prima gara Élite di coppa del mondo, arrivando 8º assoluto.

Ben presto sale alla ribalta mondiale conquistando la medaglia d'oro ai mondiali di triathlon del 2003 - categoria Under 23 - che si sono tenuti a Queenstown in Nuova Zelanda.

Nel 2004 partecipa ai Campionati europei di triathlon di Valencia, dove si classifica 8, a 30 secondi dalla zona podio, ma soprattutto davanti al plurimedagliato connazionale Iván Raña. Nello stesso anno partecipa ai mondiali di triathlon di Funchal in Portogallo, dove arriva nuovamente 8 a meno di 30 secondi dal podio; mondiali vinti da Bevan Docherty su Iván Raña. Non prende parte, per via di scelte tecniche, alle Olimpiadi di triathlon di Atene dello stesso anno.

Nel 2006, dopo aver conseguito vari piazzamenti in gare di coppa del mondo - vince le gare di Madrid, Amburgo e Cancún e fa podio ad Aqaba, Pechino e Corner Brook - si presenta ai Campionati europei di triathlon di Autun in Francia, ottenendo un prestigioso 5 posto alle spalle dei francesi Belaubre e Fleureton, del britannico Andrew Johns e del ceco Krnavek. Sempre nel 2006 ai Campionati del mondo di triathlon di Losanna non va oltre un 10 posto, complice una frazione in bicicletta non in linea con quella fatta registrare dai best performer.
Nel 2007 si laurea Campione europeo di triathlon, davanti all'atleta tedesco che l'anno dopo conquisterà l'oro alle Olimpiadi di Pechino, Jan Frodeno, e all'altro atleta tedesco, che due mesi dopo vincerà i mondiali di triathlon ad Amburgo, Daniel Unger. Ai mondiali di Amburgo arriva secondo, dietro Unger, lasciandosi tuttavia alle spalle il temibile triatleta australiano Brad Kahlefeldt. Nello stesso anno colleziona una serie di 4 vittorie in gare di coppa del mondo (Lisbona, Salford, Tiszaújváros e Pechino).

Non dovrà aspettare molto per salire in vetta al mondo, in quanto si laurea campione del mondo di triathlon nel 2008 a Vancouver in Canada. La vittoria, tanto attesa, arriva ai danni del neozelandese Bevan Docherty e dello svizzero Reto Hug. Nello stesso anno si classifica 7 agli europei di Lisbona, sempre a causa di una frazione in bici non delle migliori e vince di nuovo 4 gare di coppa del mondo (Mooloolaba, New Plymouth, Madrid e Tiszaújváros), oltre ad una gara di coppa d'Africa (Bloemfontein) e ad una di coppa Europa (Pontevedra).

Alle Olimpiadi di Pechino del 2008, dopo aver fatto una gara di testa nella frazione finale (corsa), cede il passo nell'ultimo chilometro ai tre atleti che andranno a medaglia (Jan Frodeno, Simon Whitfield, Bevan Docherty), conseguendo un amaro - alla vigilia - quarto posto. Alle sue spalle si classifica il sempre presente Iván Raña.

Nel 2009 vince per la seconda volta il titolo di Campione europeo ad Holten nei Paesi Bassi, davanti al nuovo leader mondiale, l'inglese Alistair Brownlee, e all'emergente russo Aleksandr Brjuchankov. Raggiunge 4 volte il podio in gare di coppa del mondo valide per il mondiale - argento a Washington e a Kitzbuehel e bronzo a Madrid e a Yokohama - e conquista il secondo posto nella gran finale di Gold Coast, vinta da Alistair Brownlee. Questi risultati gli permetteranno di aggiudicarsi la medaglia d'argento nella serie dei mondiali del 2009.

Nel 2010 si classifica secondo ai Campionati europei di Athlone, alle spalle dell'inglese Alistair Brownlee e davanti al francese David Hauss. Non brilla nella prima apparizione alle gare della serie dei campionati del mondo, arrivando 12º a Seul. Migliora, arrivando 4º a Madrid. Si rifà ad Amburgo vincendo la quarta gara della serie con una grande frazione podistica. Vince anche la gara di Londra, davanti al più giovane dei fratelli Brownlee, Jonathan, e al campione olimpico Jan Frodeno. Vince la medaglia d'argento nella gara di Kitzbuehel alle spalle del britannico Stuart Hayes. Si presenta alla Gran Finale dei Campionati del mondo di triathlon di Budapest con un punteggio accumulato nelle gare della serie che lo colloca al 2º posto assoluto, dietro al tedesco Frodeno, quest'ultimo favorito dai pronostici. Riesce grazie ad un 2º posto assoluto alle spalle di Alistair Brownlee e al 41º posto raggiunto dal tedesco Frodeno a laurearsi Campione del mondo di triathlon del 2010.

JAVIER GOMEZ

Triatleta

PALACIOS

PALACIOS

GUARDA COSA É SUCCESSO

ABBIAMO SUPPORTATO

Il Beautiful Day è un dono perché partecipando come spettatore, partner, sponsor e staff supportiamo direttamente una o più ONLUS.
Quest’anno abbiamo avuto il privilegio di affiancarci a:

CON IL CONTRIBUTO DI

SPONSOR

MAGAZINE

EDIZIONE 2015
TUTTE LE EDIZIONI
EDIZIONE 2017