Ogni anno per il Beautiful Day si sceglie un tema dall’attualità o dalla crescita personale. Per l’edizione 2019 è un tema che, in effetti, collega i due ambiti, perché attiene alla crescita personale ed è di grandissima attualità in questa società che ci pone davanti a sfide sempre nuove.

Sui media e sui social si parla spesso di successo, ma cosa è effettivamente?

Il successo è una condizione che ogni persona, in cuor suo, desidera raggiungere.
Tuttavia pochi considerano che il successo, in tutte le sue forme, nasce quasi sempre da sconfitte, da un disagio, da un’umiliazione, dalla scarsità, da una ripartenza, dalla voglia di riscatto. In qualche modo il successo è il frutto di una rinascita.

Nella nostra società, quella italiana in particolare, invece, “cadere” è qualcosa da cui tenersi lontano. Fallire è considerato un disonore e quando accade si cerca in tutti i modi di nasconderlo, ai nostri occhi e a quelli degli altri.
Eppure, quando abbiamo imparato a camminare siamo caduti più e più volte, ma non ci siamo dati per vinti, l’unico istinto che avevamo era quello di rialzarci e riprovare, ogni volta più sicuri, ogni volta più forti.
Questo istinto è ciò che noi chiamiamo RESILIENZA.

Essere consapevoli della nostra istintiva resilienza, della capacità di rinascere anche dalle situazioni più difficili, ci permette di affrontare con più serenità tutte le cose che finiscono: la fine di una relazione, di un’amicizia, di un rapporto di lavoro, anche la fine di una vita.
Essere consapevoli che sono parte del gioco, sono cicli che si ripetono più volte nella nostra vita e che sta a noi accogliere, chiudere per poi rinascere, simili a prima o completamente diversi da prima.
Saper rinascere è un grande bisogno della realtà attuale. Ci accomuna tutti.

E noi di Ekis lo sappiamo bene, perché, come capita nella vita di chiunque, siamo rinati più volte ed ora siamo una realtà migliore anche grazie alle nostre rinascite.

Ecco perché quest’anno abbiamo deciso di dedicare il Beautiful Day a questo argomento e di intitolarlo #ArabaFenice.